Percorso breve di consulenza sul Genogramma Professionale

Il genogramma professionale ricalca in parte il più noto genogramma familiare: ripercorre graficamente la storia della formazione e degli incontri che ci hanno influenzati: nel lavoro, come in famiglia, siamo figli di qualcuno, ma anche fratelli di qualcun altro, e qualche volta genitori.
Come in famiglia, quei legami sono costitutivi dell’idea che abbiamo di noi stessi, della nostra identità personale e professionale, e spesso, quando affrontiamo un dilemma nel lavoro (“dovrei cambiare lavoro?”, “Dovrei condividere lo studio con quel collega?”, “Dovrei accettare quella proposta?”) la domanda riguarda la nostra identità; “Chi sono?”, “Chi vorrei essere?”, “Come mi vedo?”, “Cosa vorrei raccontare di me?”, “Cosa comporta quella decisione, riguardo il sentirmi parte di questa famiglia professionale?

Ripercorrere quella storia, interrogare le eredità, le appartenenze, i legami culturali e professionali instaurati nel corso della formazione e del lavoro, aiuta a produrre nuove idee per guardare da un’altra prospettiva una decisione da prendere, un dubbio da sciogliere, una difficoltà su cui lavorare.

Ai Professionisti della relazione (Psicologi, Educatori, Insegnanti, Operatori sociali in genere, ma anche Manager delle Risorse Umane e altri ancora) propongo un percorso di consulenza sul Genogramma Professionale: un primo incontro di due ore (per un colloquio introduttivo e la costruzione del genogramma professionale), un secondo incontro a distanza di una settimana e un terzo incontro di verifica, un po’ più avanti.

Nella pagina dei contatti trovate i recapiti utili per chiedere le informazioni che desiderate.

Bibliografia:
Massimo Giuliani, “La formazione sistemica come manutenzione delle lenti”, 2017 (inedito).
K, V, Hardy, .A. Laszloffly, “The Cultural Genogram: Key to Training Culturally Competent Family Therapists, 1995.
Lynn Hoffman, “Family Therapy: an Intimate History”, 2002.
Massimo Schinco, “Il genogramma professionale”, 2005 (inedito).
Donald Schön, “Il professionista riflessivo”, Dedalo 1999.